CategorieConsigli

Fienagione: la base dell’agricoltura di montagna

Cosa si intende per fienagione e perché é così importante?

La fienagione è alla base dell’agricoltura di montagna, in quanto consente il pieno utilizzo dei prati e dei pascoli e l’allevamento del bestiame.

 

Alle nostre altitudini è possibile falciare i prati due volte, prima che giunga l’autunno.

 

La fienagione è alla base dell’agricoltura di montagna, in quanto consente il pieno utilizzo dei prati e dei pascoli e l’allevamento del bestiame.

Alle nostre altitudini è possibile falciare i prati due volte, prima che giunga l’autunno.

Un tempo il lavoro veniva compiuto interamente a mano ed impegnava duramente e a lungo tutti i componenti di un nucleo famigliare.

 

Capitava che l’intera famiglia dovesse trasferirsi momentaneamente pernottando in baracche, baite o ripari improvvisati.

Gli attrezzi impiegati nella fienagione erano:

  • falci
  • rastrelli
  • coti
  • portacoti
  • ferri da fieno

L’erba falciata veniva lasciata ad asciugare al sole sui prati. Inoltre, andava frequentemente rivoltata con la forca da fieno per favorirne l’essicazione e a volte si provvedeva a stenderla su appositi graticci esposti al vento.

 

Per la raccolta ci si aiutava con grandi teli di canapa che venivano trasportati a mano fino alla più vicina baita o con l’aiuto di un carro da trasporto mentre, d’inverno aiutandosi con le slitte. Il fieno veniva infine stivato nel fienile, ampio ed areato, per garantire l’alimentazione del bestiame durante il lungo inverno.

 

Se la stagione era buona, si potevano fare addirittura tre tagli all’anno:

► fieno di primo taglio, raccolto fine maggio o giugno; è il fieno migliore;

► fieno di secondo taglio in agosto;

► fieno di terzo taglio o settembrino che è quello con qualità nutritive inferiori.

Alle nostre altitudini il terzo taglio è fatto dal pascolamento degli animali scesi dagli alpeggi

Alle nostre altitudini il terzo taglio è fatto dal pascolamento degli animali scesi dagli alpeggi.


Oggi, in montagna il problema sono i mezzi meccanici pensati quasi esclusivamente per l’agricoltura di pianura o comunque di prati estesi e pianeggianti. I nostri terreni, invece, abbondano di terrazzamenti e pendii dove un trattore pesante non riesce ad arrivare, per questo ci siamo attrezzati con una piccola falciatrice così da arrivare nei punti più difficile e cercando di mantenere a prato tutti quei terrazzamenti che altrimenti andrebbero a bosco.

 

Grazie inoltre alle nostre capre riusciamo a pascolare tutti i punti impervi e a ripulire i muretti, infatti le capre e le pecore sono ghiotte di rovi ed edere e vanno proprio a cercare quelle sui muretti perchè mischiare con il calcare delle rocce essendo salato dà alla capra anche i sali minerali e un aggiunta di gusto in più.

CategorieConsigli Novità

Primo Sale, un formaggio fresco dalle origini antiche

Il burro è un prodotto alimentare ottenuto per lavorazione della crema ricavata dal latte di vacca o dal suo siero

Il primosale è un formaggio da tavola fresco e giovane che affonda le sue origini in Sicilia, dove viene chiamato “primusali”. Tradizionalmente il primosale veniva prodotto con latte ovino, ma porta lo stesso nome anche il formaggio fatto con latte solo vaccino e da noi trovi anche quello a solo latte caprino!! Leggi le proprietà sul nostro blog.                                                                                                                                                                                                                  

La lavorazione del primosale è sempre la stessa: il latte crudo e intero viene fatto cagliare, compresso nelle forme (tonde o rettangolari), a volte aggiungendovi spezie, e poi lasciato rassodare; le forme subiscono quindi una sola salatura (da cui il nome) a mano e quindi lasciate maturare per circa due giorni.                                                                                                                                                                                                                                 

Ne nasce un formaggio dalla pasta di colore bianco porcellana, di consistenza morbida e compatta, granulosa e con una leggera occhiatura. Come per altri formaggi a pasta molle, il primo sale ha un gusto delicato dove spicca il sapore del latte, con note acide, ma anche dolci se è prodotto con latte di capra e si sposa con le verdure estive.                                                          

Per queste caratteristiche e per la consistenza malleabile, il primo sale in cucina è molto versatile come “base” per numerose ricette, come nella farcitura delle torte salate e nelle mousse.

 

Dopo l’acquisto, va consumato velocemente. Nel nostro spaccio lo trovi al banco da fare a fette. 

Questi formaggi si prestano a essere accompagnati da diversi tipi di pane, anche spalmati.   

 

I primo sale possono essere utilizzati per produrre salse dense da “crudités” (una specie di pinzimonio tipico d’oltralpe), nelle quali vengono intinti vari tipi di ortaggi.            

Non sono formaggi che lasciano molta scelta nell’abbinamento enologico; si consigliano prodotti giovani e frizzanti, soprattutto bianchi.                

Prova il nostro primo sale, non te ne pentirai!

YOGURTCategorieConsigli Novità

LE PROPRIETA’ DELLO YOGURT DI CAPRA

Sono sei le proprietà che caratterizzano lo yogurt di capra!

Oggi è arrivato il momento di scoprire più da vicino i benefici di un altro delizioso prodotto: lo yogurt di capra

Realizzato con solo latte di capra, questo yogurt si contraddistingue per numerose proprietà, utili a portare numerosi benefici al nostro organismo, a livello intestinale e energetico.

Sei curioso di scoprirle tutte? Ecco quelle che non puoi perderti.

  1. Fa bene alle ossa. Il ricco contenuto di calcio e fosforo di questo yogurt aiuta la mineralizzazione delle ossa, rendendole più forti e resistenti.
  2. E’ ricco di nutrienti. Oltre al calcio e al fosforo accennati prima, lo yogurt di capra è fonte di altri importanti sali minerali (come rame, potassio, manganese e ferro) insieme ad numerose vitamine.
  3. E’ facilmente digeribile. È vero che il latte di capra possiede più o meno gli stessi grassi di quello vaccino, ma qui i globuli sono più piccoli. È proprio per questo che lo yogurt di capra è più facilmente digeribile.
  4. Contiene meno lattosio. Questo vale solo per la versione greca. Il passaggio di filtraggio in più elimina una quantità maggiore di lattosio, rendendo questo yogurt perfetto per chi soffre di lievi intolleranze (ovviamente prima è necessario chiedere sempre un parere al proprio medico).
  5. Ha note proprietà cosmetiche. Come accade per molti alimenti, lo yogurt di capra non fa bene solamente se consumato. Sono note infatti anche le sue proprietà cosmetiche per pelle, viso e capelli.
  6. E’ perfetto per chi pratica sport. Il maggior apporto di potassio e magnesio è utile per la contrazione muscolare, mentre l’alto valore energetico è perfetto per riprendersi dopo un’attività fisica e la reintegrazione dei minerali.